In condominio
  Fogne e scarichi
 

 

condominio

LO SCARICO FOGNARIO SENZA AUTORIZZAZIONE

Non è responsabile l'amministratore di un condominio ove è ubicato uno scarico fognario privo di autorizzazione, che abbia convocato in tempo utile l'assemblea per le determinazioni del caso, senza poi adottare alcuna misura diretta a vietare ai condomini stessi di usufruire dell'impianto fognario. E’ quanto stabilito dalla Cassazione Civile con provvedimento n. 6567 del 23 marzo 2006 

condominio

 IL RIMBORSO DELLE SPESE ANTICIPATE DALL'AMMINISTRATORE

L’amministratore di condominio si può ricondurre ad un mandatario con rappresentanza con la conseguente applicabilità, nei rapporti tra l'amministratore e i singoli condomini, dell'art. 1720 c.c. in base al quale il mandante deve, fra l'altro, pagare al mandatario il compenso che gli spetta. Se sono state pagate in anticipo delle somme anticipate, l'amministratore deve offrire la prova degli esborsi effettuati. I condomini, invece, sono tenuti, in quanto mandanti, a rimborsargli le spese anticipate, con gli interessi legali dal giorno in cui sono state fatte, ed a pagargli il compenso oltre al risarcimento dell'eventuale danno. Quanto
sopra con sentenza della Cassazione n. 7498 del 30 marzo 2006.
 

condominio

 

LE OPERE DI ADEGUAMENTO DELLA CONDOTTA FOGNARIA

Nei supercondomini che hanno un impianto fognario comune, se sono necessarie opere di adeguamento della condotta fognaria, a causa del trabocco (vale a dire tracimazione) nella condotta delle acque bianche, al fine di non incorrere nei divieti previsti dalla normativa in vigore, la determinazione esclusiva del condominio a conservare la condotta fognaria esistente, non può comportare l'obbligo per gli altri condomini di partecipare alle spese relative alla manutenzione. In sostanza i condomini dissenzienti ben hanno ragione a non versare alcunché a titolo di manutenzione a causa di una decisione ostinata dell’amministrazione condominiale, come ribadito con sentenza n. 655 del 27 maggio 2004, dal Tribunale civile di Savona.

 condominio

SENZA TABELLE VIA AL RIPARTO PROVVISORIA

Le tabelle millesimali sono un documento molto importante ai fini della ripartizione delle spese di un condominio. In loro assenza di tabelle millesimali, l'assemblea ha il potere di deliberare a maggioranza una ripartizione provvisoria dei contributi a titolo di acconto e salvo conguaglio. Tale possibilità è stata ammessa dalla Cassazione civile, sezione II, con sentenza del 22 aprile 2005, n. 8505

 





Commenti su questa pagina:
Commento di stefano( stevartlibero.it ), 10/11/2011, alle 14:38 (UTC):
Buongiorno
la mia vicina di sotto sostiene di avere un danno al tubo dello scarico fognario a un metro circa da terra, quindi non al confine con il mio pavimento.
Siccome io stesso che sto all'ultimo piano ho una perdita proprio nell'innesto dello stesso, fra il tetto del palazzo e il mio appartamento, lei sostiene di voler rifare il tubo intero, e non di riparare i 2 danni singolarmente. Questo quindi porterebbe ad un danneggiamento enorme del mio intero bagno. E' possibile una richiesta del genere e se si chi paga?
In oltre visto che sono 8 mesi che questo problema persiste l'amministratore che ne era a conoscenza non doveva intervenire prima?
Secondo voi poi la mia vicina avendo un buco in tale tubo non dovrebbe avere una tanfo assurdo nel bagno? Lo chiedo perché temo che questo buco non esista e sia solo una scusa x avere la rete fognaria nuova
Grazie buongiorno



Inserire un commento su questa pagina:
Il Suo nome:
Il Suo indirizzo e-mail:
La Sua Homepage:
Il Suo messaggio:
 
  Sono stato letto da 21 visitatori  
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=